Riflessioni sull’attuale sistema totalitaristico

 

Quando si parla di totalitarismi vengono subito alla mente tre parole: Fascismo, Comunismo, Nazionalsocialismo. Allegate a queste parole viene in mente il secolo appena trascorso, precisamente la prima parte di esso ma io sono convinto che tutto ciò non è assolutamente vero.Viviamo ancora oggi in un sistema totalitario , un sistema più subdolo di quello che han passato i nostri nonni.Basti pensare che l’ Italia si definisce paese democratico, ma ha all’interno della sua Costituzione la dodicesima disposizione finale che vieta la ricostituzione del disciolto Partito Fascista e che fino a qualche anno fa vietava l’ingresso dei discendenti maschi della Real Casa Savoia in Italia…io non sono fascista e non simpatizzo neanche per il fascismo ed è per questo che ritengo vergognosa la dodicesima disposizione finale, la ritengo fascista e antistorica, come ritengo fascista arrestare chi nega la Shoa, negarla è un’infamia però è ancora più infame negare la libertà di pensiero e parola a un cittadino di un paese che si definisce democratico.Essere fascisti non deve essere un crimine.Il Regime del 2000 nasce subito dopo la Seconda Guerra Mondiale e come maggior strumento usa la televisione e le sue star…nella Storia vi son stati numerosi esempi, quando il popolo si stava convincendo di un qualcosa che non andava bene al Regime esso mandava i suoi soldati a parlare alle folle, e i sudditi, che commettono un grandissimo errore a fidarsi della televisione ci hanno sempre creduto.Un famoso esempio è la voce di Ronald Wilson Reagan che, non ancora Presidente USA ma soltanto attore, dice al suddito che si inizia a porre delle domande che se viene la Sanità Pubblica un medico non sarà più libero di operare (?) e di scegliere la città dove farlo(???) e allora sapete cosa succederà? CI SI RITROVA IL SOCIALISMO!allora il suddito preoccupato di codesto avvenimento credeva al suo attore preferito.In Italia è avvenuta una cosa simile durante la scorsa campagna elettorale e il protagonista è stato Giuliano Ferrara, che ha presentato la lista “Aborto? no grazie”…questa lista è stata accusata da televisioni e giornali di voler abolire la 194 e il Regime ha mandato in televisione il soldato Sandra Milo a piangere invitando l’amico Giuliano a ritirare il tutto perchè lei ha fatto 3 aborti clandestini e sa cosa vuol dire…non dico che non le credo ma lei ha mai letto i 10 punti di Ferrara? non si parla di abolire l’aborto ma di aiutare maggiormente chi decide di non farlo e di snellire la burocrazia del sistema adozioni, i punti della lista “Aborto? no grazie” dovrebbero essere garantiti in un Paese Civile e spero vivamente che si legiferi su questo…nel frattempo la lista da “Aborto? no grazie” è diventata sui giornali la lista “No aborto” e il Giulianone nazionale è stato vittima di attacchi, anche fisici, culminati nel comizio a Bologna dove i cavalieri del Regime, ovvero i centri sociali (ne parlerò dopo) hanno fatto di tutto e di più per fargli del male.Un altro ecclatante esempio è avvenuto negli USA…qualche anno fa due studenti entrarono nella loro scuola e fecero una strage ammazzando una ventina di persone e suicidandosi, si chiamavano Klebold ed Harris.Il popolo era terrorizzato e allora il Regime ha sguinzagliato in televisione i suoi migliori psicologi che sono arrivati alla seguente conclusione: i due ragazzi ascoltavano la musica del cattivone per eccellenza, la colpa è di Marilyn Manson, il popolo allora era tranquillo e per far vedere che si stava indagando il Regime manda le Forze dell’ Ordine a stillare la classifica degli individui più pericolosi in quella scuola…il terzo più pericoloso era li perchè possedeva libri di Bakunin…ma l’influenza non poteva essere di Clinton che quel giorno ha ordinato il più grande bombardamento sul Kosovo…Klebold ed Harris non possono essere stati influenzati da questo? nel paese della strage c’era la più grossa fabbrica di armi del mondo…non può essere stata di influenza? io mi chiedo in Europa non si ascolta Marilyn Manson? in Europa non si vedono film violenti? perchè in Europa ste cose non succedono? chi ha più influenza il Presidente o Marilyn Manson? http://it.youtube.com/watch?v=BzLygWaXusU&feature=related il Regime di oggi è fondato sulla paura. Han dato la colpa ai film violenti, stessi film cha hanno usato come arma di indottrinamento durante la Guerra Fredda (vedi Rambo).

Riprendendo il discorso dei centri sociali italiani essi sono il risultato di tutto questo, giovani così democratici che assalgono tutti coloro che la pensan diversamente da loro er difendere questa democrazia…non vi sembra stano? L’anno scorso Fiamma Tricolore ha provato a manifestare a Milano ed è stata aggredita dai Centri Sociali in maniera molto violenta, Centri Sociali che poi si son sfogati su un Mcdonald pieno di bambini…mi sorge spontanea una domanda…chi è il fascista?

LDN è contraria a tutto ciò e vuole rappresentare gli uomini liberi.

Richard Gecko

Riflessioni sull’attuale sistema totalitaristicoultima modifica: 2008-04-26T14:50:37+02:00da lukinoge
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Riflessioni sull’attuale sistema totalitaristico

  1. La cosa è abbastanza palese. La vera oppressione della democrazia la stiamo vivendo ora.
    D’altronde la citazione di Bukowski calza a pennello: “La differenza tra dittatura e democrazia è che in democrazia prima si vota e poi si prendono ordini, in dittatura non dobbiamo sprecare il nostro tempo andando a votare.”
    La democrazia, a mio parere, è troppo permissiva. Mentre la dittatura è poco umana.
    Una democrazia severa, rigida, leale e sociale è quella forma di governo che deve far parte del nostro sistema per non farlo degenerare ancora di più.
    Sono stati fatti esempi di anti-democrazia dei centri sociali (che disprezzo totalmente) ma ricordiamo anche le malefatte neo-nazifasciste. Tutto ciò (ripeto) è causato dalla permissività della nostra democrazia…
    Troppa libertà logora la società e le fasce deboli. Litiamola questa libertà che va a reprimere quella di altri!

  2. hai ragione ma da un lato anche torto… il problema non è la libertà quanto la mancanza assoluta di buonsenso…si può accusare il nazifascismo, sono il primo a farlo, ma perchè queste persone non possono esprimersi?

I commenti sono chiusi.